Valorizzazione del Territorio

BASILICA DI SAN PIETRO AL MONTE

L'abbazia di San Pietro al Monte è un complesso architettonico di stile romanico, situato nella valle dell'Oro nel comune di Civate in provincia di Lecco.
Il luogo, che attualmente non è più occupato da religiosi, si compone di tre edifici: la basilica di San Pietro, l'oratorio intitolato a san Benedetto e quello che era il monastero di cui rimangono solo rovine.
Due portali in pietra recano inciso il motto Ora et labora e ricordano la passata presenza dei monaci benedettini.
Le costruzioni facevano parte del complesso dell'abbazia benedettina di Civate comprensiva, nell'abitato, anche della basilica di San Calocero e delle chiese di San Nazaro e San Vito.

L'imponente ciclo di affreschi della basilica di San Pietro, che ha come tema l'Apoteosi finale del Cristo e il Trionfo dei Giusti sulla falsariga dell'Apocalisse di san Giovanni, ne fa una tra le più importanti testimonianze romaniche lombarde.

CHIESA ROSSA DI POMELASCA

Caratterizzata per l'uso del cotto lombardo, i mattoni rossi che predominano nelle costruzioni della Lombardia rinascimentale, la Cappella Gentilizia fu edificata in stile romanico lombardo nel 1952 su progetto dell'architetto Ambrogio Annoni. Nel piccolo campanile della chiesetta si trova una campana che - secondo la tradizione della famiglia - fu fusa a Como nel 1330 dall'artefice Giuseppe Guajta e proviene dall'ex monastero di San Genesio, dove suonò a distesa quando nel 1648 Paolo Sormani I Conte di Missaglia fu solennemente investito del Feudo medesimo. Nella cripta sottostante hanno trovato sepoltura numerosi membri della famiglia Sormani possessori della tenuta di Pomelasca ove vi è ubicata la chiesetta.